massaggio-piedi-riflessologia-plantare

Differenza tra Riflessologia Plantare e massaggio ai piedi

Il massaggio ai piedi è una pratica che ha origine antichissime con popoli di diverse culture come cinesi, egiziani, africani.

Il piede è una parte del corpo che ci sorregge e ci permette di spostarci da un luogo all’altro, ma è anche una parte anatomica che ci può fornirci diverse informazioni sullo stato di salute e benessere della persona!

Massaggiando un piede – a prescindere dalla metodologia che si usa – ci a entrare nell’intimo della persona, non portiamo infatti solamente del beneficio momentaneo e circoscritto in loco ma lo espandiamo a tutto il corpo, poi logicamente ci saranno risultati diversi a seconda della metodologia.
Un semplice massaggio ai piedi porterà beneficio e rilassamento a tutto il corpo attraverso la stimolazione della parte anatomica aiuteremo la circolazione venosa, arteriosa e linfatica e cosi da propagare il benessere in tutto il corpo.

E’ scientificamente provato che durante la camminata il piede – grazie all’arcata plantare – funge da “pompa cardiaca” che, in modo meccanico, aiuta il ritorno venoso il quale si trova sempre un po’ in difficoltà essendo lontano dal cuore. Purtroppo la vita ci costringe per vari motivi, ad esempio il lavoro, a rimanere in piedi fermi o seduti per diverse ore e cosi ottenendo una diminuzione di questa capacità meccanica del ritorno venoso questo può essere aggravato dal fattore età che peggiora sempre con passare degli anni.
Se quanto detto è vero e che quindi camminando facilitiamo la circolazione venosa, è quindi vero che la si può aiutare anche massaggiando – con delle manovre apposite – l’arcata plantare.

Altro beneficio del massaggio ai piedi lo otteniamo per effetto di un riflesso neurologico incondizionato cioè dalla riflessologia plantare nient’altro che dei segnali trasmessi al sistema nervoso centrale trasmessi da delle pressioni su alcune aree del piede.

immagine riflessologia plantare

Bisogna sapere che ad ogni pressione sul nostro corpo corrisponde una stimolazione nel nostro cervello dove si forma una vera e propria mappa. Praticamente e come se si accende come una lampadina in una determinata area celebrale questa stimolazione viene chiamata “mappa celebrale”. Queste pressioni fatte da delle persone competenti possono portare a beneficio e rilassamento

Ma il massaggio ai piedi e Riflessologia Plantare è la stessa cosa?

Il massaggio ai piedi mira al beneficio e al rilassamento (del corpo della mente e della persona), ottimizzando le manovre al massimo perchè esse siano piacevoli: ossigena i tessuti, la pelle e i muscoli, stimola i tendini e il loro scorrimento nello loro stesse guaine, e tramite piccole manovre articolari, leggere e piacevoli, stimola il liquido sinoviale aiutando così a preservare le articolazioni.
Questo tipo di massaggio è particolarmente apprezzato da:

  • chi ha i piedi stanchi o gonfi
  • persone che rimangono molto tempo in piedi
  • coloro che usano spesso i tacchi
  • persone che usano scarpe scomode
  • chi soffre di artrosi, visto che chi soffre di questa patologia ricerca, tramite il massaggio, stimolazione della circolazione, calore e mobilizzazione

Qui creme e oli particolari fanno la differenza a seconda dell’obiettivo da raggiungere.

Per quanto riguarda la Riflessologia Plantare il discorso cambia completamente, già come sensazione per il ricevente, perchè è meno piacevole e alcune volte risulta anche un po’ dolorosa in certi punti.
In questo caso non si usano assolutamente creme od oli, se non alla fine del trattamento per portare un po’ di beneficio e sollievo superficiale.

Altra differenza tra Riflessologia Plantare e massaggio ai piedi la troviamo nella manualità e nella logica di applicazione.
La Riflessologia Plantare è un tipo di massaggio del piede che si basa sulla teoria secondo cui stimolando alcune parti del piede, chiamate aree, l’impulso va a modificare o stimolare il funzionamento di un organo o viscere corrispondente all’area stimolata. In questa tecnica non ci si può addentrare sul funzionamento scientifico, in quanto non è mai stato dimostrato scientificamente. Ecco che da qui nascono vari pensieri e idee che mettono in contrasto e in discussione i vari riflessologi.

La Riflessologia Plantare ha pochissime controindicazioni e molti punti a favore: il primo e più importante è che si lavora a distanza rispetto alla zona dolente, questo ci permette di non correre rischi di fare ulteriormente innalzare l’infiammazione e quindi il dolore. Altra cosa importante – direi anzi ottima – è la risposta immediata, non bisogna cioè sottoporre la persona a più sedute o attendere giorni; se la tecnica e il percorso prescelto è quello giusto, il risultato lo si vede subito, è immediato.

Un’altra differenza tra la Riflessologia Plantare e il massaggio ai piedi in generale è che la manualità incide sulla riuscita della seduta al massimo il 12-15% sul raggiungimento del risultato. La parte del leone in questa tecnica la fa la teoria.
Anche qui la Riflessologia Plantare segue non una unica strada: la Medicina Tradizionale Cinese.
Per poter praticare questo stile è quindi indispensabile studiare almeno la base della Medicina Tradizionale Cinese, base che predispone le persone che se ne appropriano ad imparare molto velocemente tutte le altre tecniche riflesse basate su tale medicina.

Il fattore che fa da legante a questi diversi punti di vista è che ad ogni area del piede corrisponde una parte del corpo che una volta stimolata non porterà solo beneficio a quella parte del corpo corrispondente, ma andrà ad alterare anche una parte emotiva, in quanto – secondo la Medicina Tradizionale Cinese – ogni nostra emozione è legata ad un organo o ad un viscere il quale logicamente se rilassato o in armonia trasmetterà rilassamento anche alla sua parte emotiva.

Concludendo possiamo dire che la Riflessologia Plantare lavora sia a livello fisico sia a livello emotivo e quindi a livello energetico.

Benefici: tradizionalmente, si ritiene che la Riflessologia Plantare aiuti a correggere gli squilibri in tutto il corpo. Come qualsiasi massaggio ai piedi, è anche un ottimo modo per alleviare la tensione causata dai tacchi alti o dallo stare in piedi per tutto il giorno.

Send this to a friend