acido ialuronico

Acido ialuronico: cos’è e a che cosa serve

E’ una preziosa molecola, presente naturalmente nel nostro corpo, con lo scopo di idratare e proteggere i tessuti e quindi la cui mancanza determina l’invecchiamento del organismo.

Struttura chimica

Dal punto di vista chimico l’acido ialuronico viene classificato come un glicosaminoglicano. La molecola è infatti formata dal ripetersi di sequenze di due zuccheri semplici, l’acido glicuronico e la N-acetilglucosamina. Queste sostanze sono cariche negativamente e quando si uniscono tra loro la forte repulsione dà origine ad una molecola lineare, flessibile ed estremamente polare. La grande solubilità in ambiente acquoso è importante per garantire l’idratazione dei tessuti proteggendoli da tensioni e sollecitazioni. Grazie alla matrice extracellulare consente la formazione di una fitta ed intricata rete ad elevato peso molecolare.

Funzioni

La struttura chimica dell’acido ialuronico offre moltissime proprietà che lo rendono utilissimo in campo estetico che in campo medico. La sua eccellente qualità di legare acqua con altre sostanze da origine a gel protettivi, utilissimi per la pelle e per le articolazioni. L’acido ialuronico stimola la formazione di collagene e tessuto connettivo cosi da aumentare la protezione dell’organismo da virus e batteri, la plasticità dei tessuti e l’idratazione cutanea. Inoltre ha proprietà cicatrizzanti ed antinfiammatorie.

Antiage e bellezza

La pelle ha bisogno dell’acido ialuronico. Grazie alle sue proprietà dona alla cute le classiche caratteristiche di elasticità e morbidezza. La sua quantità all’interno nella pelle tende a diminuire con l’avanzare dell’età. Questa diminuzione è tra le principali cause dell’invecchiamento della pelle però applicando delle creme o attraverso iniezioni di acido ialuronico consente di riattivare le pelli mature stimolando la funzionalità cellulare e donando alla pelle la compattezza e la lucidità perduta.

Per tutti questi motivi questa sostanza viene utilizzata con successo in campo dermatologico-estetico ormai da diversi anni.

In particolare il trattamento con acido ialuronico costituisce la base dei cosiddetti filler, trattamenti utilizzati per colmare e spianare le rughe del viso.

Il preparato viene iniettato dal medico con un piccolissimo ago appena al di sotto delle rughe da trattare o nella correzione di difetti estetici come cicatrici e per conferire pienezza a labbra sottili. L’effetto riempitivo è variabile e dipende dal tipo di pelle e dalla qualità e quantità di acido ialuronico utilizzato. Il risultato estetico non è permanente, a causa del progressivo riassorbimento della sostanza che rende necessaria la ripetizione periodica dell’intervento.

L’utilizzo di acido ialuronico trova moltissima applicazione nei cosmetici (creme, sieri, ecc..) ottenendo dei buoni risultati attraverso l’utilizzo costante nel tempo.

Prevenzione dell’artrosi

Il liquido sinoviale è composto da una parte fondamentale da acido ialuronico. Il liquido sinoviale proteggere la cartilagine dall’usura e da carichi eccessivi ed assicura il nutrimento alla cartilagine, accelerandone i processi riparativi ed evitando l’invecchiamento articolare.

Quindi possiamo affermare che è efficace nella cura e nella prevenzione dell’artrosi attraverso delle infiltrazioni intraarticolari riducendo il dolore e accellerando i vari processi riparativi.

Uso medico

L’acido ialuronico trova applicazione nella chirurgia oftalmica, oculare e nei processi di cicatrizzazione e rigenerazione tissutale.

Somministrazione dell’acido ialuronico

Creme e Sieri di acido ialuronico

Le creme trovano largo impiego in cosmesi per prevenire o migliorare i comuni segni dell’invecchiamento e per idratare la cute e sono molto indicate per restituire la morbidezza e l’elasticità delle pelli.
L’acido ialuronico nei cosmetici è un ingrediente tollerato, sicuro e non sensibilizzante. Si potrebbero però avere degli effetti collaterali (ovvero le reazioni cutanee) che però devono essere ricercati nell’intera composizione del prodotto. Immediatamente dopo l’applicazione della crema, alcune persone osservano una spiacevole reazione della pelle, che può procurare arrossamento, prurito, infiammazione o gonfiore locale. Per evitare simili effetti collaterali, il consiglio è quello di preferire cosmetici di ottima qualità, privi di sostanze sensibilizzanti od allergizzanti, come ad esempio i profumi. Le creme antiage ipoallergeniche, preparate con acido ialuronico ed ingredienti sicuri ed efficaci (es. coenzima Q10, vitamina C, vitamina E, acido lipoico ed allantoina) riducono il rischio di effetti collaterali.

Guida all’acquisto

Per capire se una crema è di qualità bisogna analizzare la formulazione attraverso l’INCI cioè tutti gli ingredienti che compongono il prodotto e controllare che non ci siano presenza di sostanze dannose come i parabeni e sostanze chimiche. I migliori prodotti sono quelli che hanno all’interno degli elementi naturali come collagene, aloe vera, vitamine in quanto l’aggiunta di sostanze naturali al prodotto aiuta ad avere una azione più profonda e ad apportare un maggiore nutrimento alla pelle. Per effettuare un acquisto corretto bisogna tenere conto del formato in base alle proprie esigenze e non pensare che un prodotto con maggiore quantità abbia maggiore principio attivo. Si consiglia di comprare sempre un contenitore dove sia presente un dosatore o comunque abbia la possibilità di poter scegliere la quantità da applicare.

Assunzione per bocca di acido ialuronico

Attualmente non si sono riscontrati effetti collaterali derivati all’assunzione orale di acido ialuronico però essendo una nuovo metodo si consiglia di utilizzare l’integratore nel pieno rispetto dei dosaggi indicati e per tempi non eccessivamente lunghi.
Inoltre, si consiglia di scegliere integratori di acido ialuronico prodotto per fermentazione batterica e di scartare quelli di origine animale. Rammentiamo che fino a poco tempo fa questo tipo d’integratore veniva preparato a partire da acido ialuronico estratto dalle creste del gallo.

Infiltrazioni di acido ialuronico

Le infiltrazioni di acido ialuronico vengono effettuate ed utilizzate principale nel trattamento dell’artrosi del ginocchio e dell’anca. Essendo un componente importante del liquido sinoviale, l’acido ialuronico iniettato in sede intra-articolare contribuisce a:

  • lubrificare l’articolazione;
  • proteggere la cartilagine dall’accesso di cellule infiammatorie;
  • ammortizzare lo stress meccanico a cui l’articolazione è sottoposta;

Le problematiche delle infiltrazioni di acido ialuronico sono relativamente modeste quando effettuate con il rispetto di tutte le norme orme igienico- sanitaria. Però, bisogna sempre rivolgersi a dei medici specializzati perchè un’eventuale iniezione scorretta o maldestra può causare dolore, gonfiore, rossore e percezione di calore nella sede d’infiltrazione.

Si raccomanda ai pazienti di comunicare al medico eventuali sensibilizzazioni e/o allergie a farmaci o sostanze perchè l’utilizzo degli eccipienti insieme all’acido ialuronico potrebbero produrre effetti collaterali di tipo sistemico come reazioni d’ipersensibilità, allergie o, nei casi più gravi, shock anafilattico.

Le infiltrazioni intra-articolari di acido ialuronico sono sconsigliate in caso di infezione virale o batterica.

Iniezioni di acido ialuronico

Le iniezioni di acido ialuronico sottopelle ( fillers all’acido ialuronico ) trovano principale indicazione per correggere o migliorare alcune imperfezioni od inestetismi cutanei quindi per spianare le rughe d’espressione, colmare piccole lesioni cicatriziali e conferire turgore a labbra sottili e zigomi cadenti.

Ogni iniezione di filler comporta i dei rischi: nella maggior parte dei casi, subito dopo il trattamento, la pelle reagisce dando luogo a fenomeni come piccoli lividi, ematomi, ecchimosi, edemi e intorpidimento. Questi effetti collaterali lievi e reversibili, possono causare un disagio estetico perchè nella maggior parte dei casi, le iniezioni di acido ialuronico vengono eseguite nel viso.

Colliri di acido ialuronico

Le pomate oftalmiche ed i colliri preparati con acido ialuronico favoriscono la rimarginazione della congiuntiva in tempi molto breve mantenendo l’occhio idratato e proprio per questo sono indicati al trattamento di tutte le affezioni oculari caratterizzate da evidente secchezza (occhio secco o cheratocongiuntivite secca) o da lesioni congiuntivali (es. congiuntivite traumatica).

Non ci sono stati segnalati effetti indesiderati alle preparazioni oftalmiche fatte con acido ialuronico. I possibili rischi di allergie o sensibilizzazione possono derivare solamente dagli ingredienti che completano la formulazione.

Gravidanza e allattamento

Sono controindicate qualsiasi forma d’iniezione di acido ialuronico (siano queste eseguite per migliorare l’estetica o per attenuare i sintomi dell’artrosi) durante la gravidanza o l’allattamento perchè potrebbero causare effetti collaterali al feto o al neonato che si nutre del latte materno.

Send this to a friend